Bartoli fonda movimento No Inceneritore e attacca il Comitato No Inceneritori. La replica

30

A Terni la battaglia all’incenerimento dei rifiuti cominciò una decina di anni fa ad opera di alcuni privati cittadini che, percependo la pericolosità degli impianti, decisero di costituire il Comitato No Inceneritori Terni. Un comitato che ha alternato periodi di maggiore e minore operatività e che negli ultimi due anni si è dato un gran da fare dando vita a molti eventi, incontri pubblici di alto livello, flashmob, volantinaggi e, ultimo in ordine di tempo, organizzando la manifestazione che si svolgerà sabato 27 ottobre che, stando alle premesse, vedrà la partecipazione di moltissimi ternani.

Ieri, in contrapposizione a questo Comitato, è nato il Movimento No Inceneritore Terni al cui comitato promotore hanno aderito 11 persone. Si tratta di un’iniziativa di Francesco Bartoli, esponente di Confimpresa e nel recente passato protagonista di una serie di iniziative: dalla protesta contro gli autovelox di via Alfonsine e viale dello Stadio, allo scontro con il Pd locale in merito alla legittimità di alcuni aspetti della Festa Democratica della Passeggiata, alle dure critiche alla gestione della Notte bianca fino al progetto presentato in Comune per superare il degrado e rilanciare piazza del Mercato.

Rispetto alle precedenti iniziative in cui contestava poteri locali, questa volta Bartoli polemizza con il Comitato scrivendo in una nota: “Un gruppo di cittadini ternani ha deciso di dar vita ad un movimento autonomo denominato No Inceneritore Terni. Le troppe ed evidenti presenze di soggetti attivi in partiti politici nel comitato pre esistente, sono alla base di questa scelta fatta invece da semplici cittadini, che sono e vogliono essere indipendenti dai partiti di tutti i generi, sia di quelli tradizionali, attualmente al governo e all’opposizione al Comune di Terni, sia di quelli di ultima generazione che rinnegano forme e status (come il finanziamento pubblico agli stessi), si proclamano movimenti autonomi, ma si sostanziano di fatto in partiti”. Per Bartoli il Comitato sarebbe pronto a strumentalizzare la battaglia all’incenerimento: “Nessuno può arrogarsi il diritto di gestire in esclusiva la protesta contro l’inceneritore di Terni per cavalcarla a fini politici”.

Un attacco che ha destato incredulità tra i membri del Comitato No Inceneritori Terni che spiegano: “Neanche un membro del nostro Comitato è iscritto ad un partito politico. La nostra attività è completamente autonoma, abbiamo collaborato una sola volta con dei partiti politici: in occasione della conferenza stampa di metà marzo alla quale ha partecipato il sindaco Di Girolamo”.

Oltre alle accuse lanciate da Bartoli, che questa volta non trovano riscontro, ci sono alcuni aspetti che rendono singolare la vicenda. Fabio Neri del Comitato fa notare che è stato “scelto un nome che si differenzia dal nostro per una sola vocale”. Tra No Inceneritori Terni (il nome del Comitato che esiste da anni) e No Inceneritore Terni (il nome del neonato movimento) la differenza è in effetti impalpabile. Per Neri si tratta di “una scelta ad hoc per confondersi con il nostro Comitato e magari intercettare chi, sentendo parlare di noi, cerca il nostro Comitato nel web. In Facebook ha anche aperto un profilo del tutto simile al nostro”.

Proprio in Facebook, nel gruppo creato da Bartoli, è stata pubblicata una foto relativa ad un flashmob organizzato dal Comitato sulla quale, con un fotomontaggio, è stato apposto il simbolo del nuovo movimento. La foto è stata per questo contestata da alcuni utenti di Facebook che hanno parlato di “appropriazione indebita” da parte del neonato movimento di Bartoli che a detta loro avrebbe voluto attribuirsi i meriti e la paternità di una manifestazione che non ha organizzato e alla quale non ha nemmeno partecipato.

Neri denuncia come tutto questo possa avere effetti dannosi per la battaglia all’incenerimento: “E’ un’operazione sporca che ci sta facendo perdere del tempo. Tempo che dovremmo impiegare per cose serie, per organizzare al meglio la manifestazione che ci sarà tra pochi giorni e che invece siamo costretti a dedicare per replicare ad accuse assurde e falsità. Noi non abbiamo mai chiuso la porta a nessuno, nemmeno a Bartoli con cui abbiamo avuto una scambio di mail diversi giorni fa. Ci aveva contattato lui proponendosi di dare una mano. Noi lo avevamo invitato a partecipare alla manifestazione del 27 ottobre invitandolo ad usare un solo simbolo, quello che abbiamo proposto da tempo, per evitare qualunque strumentalizzazione da parte di partiti o associazioni. Lui si era detto d’accordo con noi…”.

La strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni: un movimento che nasce con i migliori propositi (“agire su tutti i fronti che riguardano l’inquinamento e la salvaguardia dell’ambiente a Terni non solo in riferimento all’inceneritore e attivarci in tutte le sedi anche legali per contrastare tali fenomeni”) potrebbe rivelarsi assolutamente controproducente. Quella di Bartoli potrebbe infatti essere un’iniziativa utile e meritoria ma lasciano profondamente perplessi gli attacchi gratuiti che rischiano di minare alla base la lotta all’incenerimento. Appare inopportuna anche la scelta di un nome troppo simile, praticamente identico, a quello del Comitato già esistente con il pericolo di generare una deleteria confusione.

CONDIVIDI
  • Sante80sante

    chi lha scritto?

  • Francesco Bartoli

    E’ stato creato un comitato promotore da me e altre 11 persone , e tanti altri che si stanno aggiungendo in queste ore , se il problema è il nome troppo assonante, potremo anche modificarlo , nessuno qui vuole andare a caccia di meriti altrui, rimane il fatto che l’inceneritore era e sarà il principale obbiettivo contro cui concentreremo le nostre energie , senza pero dimenticare altri problemi che affliggono la nostra conca , come il cromo e altri rifiuti tossici trovati nella discarica delle acciaierie per esempio di cui nessuno parla più .
    Riguardo poi ai messaggi con Neri io sono ancora in attesa che mi risponda per sapere chi siano i membri del comitato , e come avrebbero voluto organizzare la manifestazione.
    Se i membri del comitato sono iscritti o meno ad oggi a partiti non lo posso sapere, ma vedremo se e quanti membri del comitato si candideranno alle prossime amministrative , seguendo l’esempio di Pizzarotti a Parma tanto per citare un esempio.
     

  • Francesco Bartoli

    poi vorrei fare una riflessione, e farla fare a tutti voi, quando abbiamo organizzato manifestazioni contro gli autovelox non ci saremo mai sognati di non rispondere ad un offerta di collaborazione , come ad esempio è successo con la seconda manifestazione organizzata insieme all’ACI . Anche io non sono stato iscritto a nessun partito , ne lo sono attualmente , e non si capisce il motivo per cui questo comitato a difficoltà ad allargarsi ad altri cittadini. 

  • Francesco Bartoli

    Riguardo alle foto “Rubate” da facebook , la nostra azione era un plauso all’iniziativa e una volta postate le foto diventano di uso pubblico , e in questo modo gli abbiamo dato ancora più visibilità. Noi saremo pronti a collaborare con il comitato ma per collaborare occorre la volontà di tutte e due le parti.

  • Francescobart

    ottobreFrancesco Bartoli
    Se pensate possa essere utile vorrei dare una mano alla riuscita della manifestazione , non sono iscritto a nessun partito, sono consigliere regionale di Confimpresa , ma prima di tutto cittadino e padre di tre figli che spero possano vivere in una città migliore . La mia non è una strumentalizzazione ma una piena condivisione se ci saranno riunioni per organizzare la manifestazione orari percorso etc fatemelo sapere…MESSAGGIO DEL 4 OTTOBRE A FABIO NERI A CUI ATTENDO ANCORA UNA RISPOSTA.

    • Anonimo

      Francesco Bartoli, dal Comitato ci è stato riferito che a quella mail è stata data risposta e la corrispondenza è proseguita ulteriormente, come riportato nell’articolo: “Ci aveva contattato lui proponendosi di dare una mano. Noi lo avevamo invitato a partecipare alla manifestazione del 27 ottobre invitandolo ad usare un solo simbolo, quello che abbiamo proposto da tempo, per evitare qualunque strumentalizzazione da parte di partiti o associazioni. Lui si era detto d’accordo con noi…”. Questo è quanto abbiamo riportato.
      Ad ogni modo, per quel che conta, la nostra opinione è questa: ben venga qualunque associazione o comitato che si pone obiettivi di pubblica utilità. Un nuovo movimento non deve però necessariamente fare piazza pulita o fare concorrenza a comitati o associazioni che hanno gli stessi obiettivi. Presentarsi come movimento antagonista degli inceneritori è qualcosa di utile e positivo; presentarsi invece come antagonista del Comitato No Inceneritori si può facilmente rivelare del tutto controproducente alla giusta causa. 
      Se, come pensiamo, il vostro Movimento (che per chiarezza e opportunità sarebbe auspicabile cambiasse almeno parzialmente denominazione) darà vita ad iniziative contro l’inceneritore, l’inquinamento ecc, queste avranno certamente evidenza in questo giornale. 
      Può capitare di fare un autogol anche a chi è animato da buone intenzioni: si può comunque facilmente porre rimedio.

    • Roberto B.

      Per carità non conosco le vicende e nessuno degli interpreti, però ho a cuore il problema salute dei figli. Mi chiedo solo: se uno vuol collaborare, non può semplicemente collaborare, e basta? O per collaborazione si intende uno scambio, un riconoscimento, un ritorno, una certa visibilità?

      Saluti

  • alfredo

    Io non vedo il motivo per il quale non si potrebbe collaborare tutti
    insieme per una causa comune!probabilmente se bartoli ha fondato il
    comitato, una verità su quello che dice c’è (e basterebbe andare a vedere su fb credo)…altrimenti
    se alla sua richiesta di partecipazione al comitato già esistente
    fosse stata data una risposta affermativa non avrebbe avuto nessun
    motivo di fondare un altro comitato…sia chiaro, io non credo che il
    comitato voglia screditare in alcun modo i ragazzi che da anni lottano
    per questa causa, che hanno intenzioni nobili e che ci credono
    veramente, ma solo per smascherare quei politici (responsabili in
    primis della questione inceneritore) che vogliono solo trarre
    vantaggio dal lavoro altrui…e che sono i primi responsabili della
    presenza dell’inceneritore!mentre questi ragazzi si sono dedicati anima e corpo a questa causa!quindi ben venga l’iniziativa di
    bartoli e di tutti quei ragazzi che finora hanno lottato per questo
    motivo!

  • Cirospitama

    qui l’unico che si vuole presentare alle prossime elezioni ammiistrative è proprio il sig. bartoli che da tempo cerca tutte le opportunità per presentarsi come il grillo della Conca. Forse ancora gli scotta che da Grillo gli sia stata tolta qualsiasi legittimtà ed ora cerca altri pascoli dove crearsi il parcobuoi elettorale, passando sulla testa delle lotte autorganizzate per la difesa della salute pubblica e dell’ambiente.

    • alfredo

      Vabbè ma se anche fosse qual è il problema…cioè voglio dire, penso che siamo tutti d’accordo che gli autovelox illegali non debbano esistere, o che la questione di piazza del mercato è una schifezza…se si può fare qualcosa per risolvere queste situazioni ben venga, no?

  • Alfredo

    Mi sorge un dubbio…ma se le accuse di Bartoli sono realmente infondate, perché nessun partito ha ancora dato una smentita?io fossi stato il segretario di un partito mi sarei affrettato a smentire subito tutto, così da passare per la persona onesta e sincera quale ero…invece la reazione stavolta non c’è stata e questo mi fa pensare…poi un appunto per la redazione: per me voi siete senza dubbio il miglior giornale di terni in circolazione, ma forse stavolta avete peccato un po’ di superficialità ascoltando solo una campana e non l’altra e vi siete schierati un po’ troppo…senza polemica, per un confronto costruttivo con tutti.

    • irrisorio

      cavalca l’onda……

  • giovanni75

    credo che il signor bartoli stia evidentemente facendo confusione tra il comitato no inceneritori ed il movimento 5 stelle.
    da quel che mi risulta all’interno del comitato non ci sono esponenti politici di nessun partito, tantomeno candidati alle prossime elezioni, almeno fino a prova contraria. 

    signor bartoli ma lei si presenterà alle prossime elezioni? cosi per curiosità…

    un ultima cosa, non capisco quest’atteggiamento inquisitorio verso un comitato civico, domande, allusioni, mezze accuse, ma non faceva prima ad andare a conoscerli, piuttosto che alzare tutto sto polverone?

  • Morena Sacco

    faccio parte del comitato di Bartoli e sinceramente tutto questo polverone, questi interrogativi e dispute che si stanno sollevando e verificando vorrei non ci fossero, il mio intento da cittadina libera da ogni strumentalizzazione e tessera politica e’ solo quello di tutelare la salute della mia famiglia e di tutti i ternani punto…ci credo fermamente e disinteressatamente e come me penso tutti gli altri iscritti; per quello che mi riguarda e in base a come penso io dovremmo unirci per formare un’unica voce che sia decisa forte e ben chiara su cosa vogliono i ternani, considerando che se i simboli dei due Comitati sono simili, il nome e’ simile le foto sono le stesse ma dove sta il problema?Una volta e dico almeno una volta tanto vogliamo dimostrare di porre la questione della salute pubblica in primo piano rispetto a tutto il resto?Sinceramente porre la questione sul piano di chi debba essere in prima linea per ottenere visibilita’ e’ del tutto sbagliato e fuorviante rispetto allo scopo per cui stiamo qui a parlare e soprattutto per cui stiamo lavorando e cioe’ IL COMUNE INTERESSE.In futuro il nostro intento e’ di continuare a lavorare per combattere aspramente ogni forma di inquinamento che mini la nostra salute…ho preferito essere con Bartoli in quanto lo ritengo una persona libera e in buona fede, sono rimasta invece profondamente delusa dai politici della nostra sinistra gli unici artefici di un disastro ambientale senza precedenti mai verificatosi nella nostra citta’ e questo mi basta.

  • Alfredo

    La domanda ricorrente e’ “ma Bartoli si presenterà alle elezioni”?… Mesa’ che qualcuno c’ha proprio paura di perdere parecchi voti se Bartoli si candida…e non ce l’ho con lei sig Giovanni ’75, ma lo dico in generale. Lo sapete benissimo che bartoli sta dalla parte della gente e che, come tanti, non ne puo piu di gente che si professa “politico”, Bartoli ha avuto il coraggio di mettere spalle al muro tanta gente, di metterci la faccia per il bene della citta, e quando dici le cose come stanno dai fastidio. Forse è finito il tempo per qualcuno di fare ciò che vuole e come vuole!bartoli si candiderà?non lo so, ma sinceramente lo spero.e mi piacerebbe capire perché molta gente e’ curiosa di sapere se Bartoli si candiderà o meno…

  • giovanni75

    sono portato a credere poco ai santoni che sbucano fuori dal nulla per salvarci tutti dal malaffare.
    entrare in politica significa mettere il culo al caldo ed avere accesso a tutta una serie di privilegi, non ultimo avere la possibilità di tutelare le proprie attività economiche.
    questo vale per tutti, per il pd, il pdl o chiunque altro soggetto che si presenta alle elezioni.
    chi ci dice che bartoli non voglia semplicemente una fetta di torta, magari della notte bianca?
    quando fai battaglie politiche attorno alle tue attività commerciali, sospettare mi sembra più che lecito.

    • Francesco Bartoli

      Secondo lei Giovanni 75 , entrare in politica significa mettere il culo al caldo ed avere accesso a tutta una serie di privilegi ??? Forse questo è quello che hanno fatto le persone che lei fino ad oggi ha votato . L’Italia finalmente sta cambiando , e spero non sarà più cosi , ed in particolar modo a Terni dove appunto come dice lei sono 40 anni che la stessa GANG ( non so trovare altro termine meno offensivo) sta con il culo al caldo. Oppure Lei mi attacca in questo modo gratuito perchè mi vede come un possibile concorrente e vorrebbe esserci Lei con il culo al caldo. Dalle sue parole emerge chiaramente che un commerciante che decida di fare politica lo fa solo per interesse e per lucrare ulteriormente con le sue attività !! ma si rende conto di quello che dice ? Se cosi fosse avremo il Consiglio Comunale pieno di Commercianti , ed invece per sua conoscenza  non vi è neanche un commerciante , la maggioranza sono Dipendenti , Sindacalisti , ex sindacalisti , figli di politici unti dal signore etc. Loro sono leggittimati a fare battaglie politiche un commerciante no ?? Me lo spieghi meglio il suo concetto non mi sembra molto logico . Io le mie attività economiche me le tutelo da solo non ho bisogno della tessera del Partito , che ho rifiutato benchè mi sia stata offerta più volte proprio per  essere indipendente . Se volevo mettere il culo al caldo lo facevo 30 anni fa quando bastava agitare il pugno chiuso e a Terni avevi le strade aperte ed entravi nella gang.
      Ancora secondo quello che afferma IO VORREI SEMPLICEMENTE UNA FETTA DI TORTA MAGARI DELLA NOTTE BIANCA ?? Prima di lanciare queste accuse ai limiti dell’ingiuria e diffamazione , innanzitutto abbia il coraggio di metterci la sua faccia, io lo faccio sempre anche quando prendo decisioni che sembrano impopolari , non si nasconda dietro a GIOVANNI 75 , firmi il suo post con nome e cognome. 
      Le rispondo comunque io non fuggo mai ai confronti come fanno tutti quelli che su facebook si divertono a denigrarmi e poi fuiggono e non rispondono alle mie domande imbarazzanti.
      Il primo progetto di Notte Bianca a Terni risale al 2006 , progetto presentato dal sottoscritto come commerciante (purtroppo per lei ..) completamente gratuito per la Comunità e per il Comune che anzi avrebbe  ricevuto un contributo in termini di percentuale sul fatturato realizzato dalle aziende Sponsor che avevano deciso di finanziare gli spettacoli.
      Questo progetto inizialmente approvato sia dal comune che dalla Provincia fu poi bloccato ed ostacolato in tutte le maniere lecite ed illecite.
      In una riunione fu detto “” Bartoli è destabilizzante se riesce a fare la Notte Bianca a costo zero per il Comune e l’evento riesce ,come potremo giustificare le centinaia di migliaia di euro spesi per un evento che poi non riesce allo stesso modo ?? “” Si riferivano forse agli eventi valentiniani ??  La magistratura sta indagando e qualcuno pagherà per questo.
      Quando finalmente siamo riusciti noi commercianti ( mi dispiace per lei ma è cosi senza commercianti la notte bianca non si sarebbe mai fatta !! Se aspettavamo i consiglieri comunali neanche mio figlio ne avrebbe vista una !! ) ad organizzare una notte bianca lo abbiamo fatto ognuno di noi dando un contributo gratuito all’organizzazione togliendo tempo alla famiglia e alle nostre attività . Io non gestisco eventi quindi non gestirò mai una Notte Bianca  , per questo Sig Giovanni 75 può dormire tranquillo.
      Però se il bando della Notte bianca lo vince stranamente una società che al momento del bando risulta ancora essere inattiva alla Camera di commercio, quando il Bando poneva come condizione la dimostrazione di esperienza specifica nel settore , io mi incazzo e protesto in nome e per conto di quei miei colleghi commercianti / imprenditori che avevano partecipato al bando avevano una esperienza consolidata dimostrabile e sono stati esclusi senza motivo. Quando la società a cui per grazia divina è stato assegnato il bando anzichè organizzare spettacoli in tutta la città , ( anche in periferia x esempio ) vuole fare il commerciante abusivo con squallidi gazebi disseminati in centro io Sig Giovanni /5 mi incazzo e protesto . Su tutto questo sta indagando la magistratura e ache in questo caso qualcuno pagherà. oltre ad essere un commerciante , io sono un sindacalista dei Commercianti. Sig Giovanni 75 ho il suo permesso di continuare a fare il sindacalista dei commercianti oppure devono esistere solo i sindacalisti degli operai ?? Ci sarà un sindacalista dei commercianti nel prossimo consiglio comunale di Terni ?? Non lo so Sig Giovanni 75 ma se fosse io non ci vedrei niente di male , anzi …
      Spero di essere stato chiaro , e aspetto di conoscere il suo nome reale Sig Giovanni 75.
      Buona Giornata.
      Francesco Bartoli

  • Morena Sacco

    vorrei adesso chiedere al sign. Fabio Neri del Comitato promotore perche’ si stia ponendo tante problematiche sinceramente a mio avviso inesistenti.Se lui fosse stato aperto ad una collaborazione si sarebbero potute aprire molte piu’ strade a nuove opportunita’ organizzative…pensare di fare da soli e di non aver bisogno di nessuno e’ come arroccarsi in una posizione che preclude nuovi sbocchi e altamente deleteria ai fini prefissi..ecco cosa danneggia veramente il raggiungimento degli scopi a cui tutti noi teniamo…inviterei tutti a riflettere su questo, io personalmente apprezzo il lavoro che e’ stato fatto fino ad ora dai ragazzi che in perfetta buona fede si sono prodigati in questo impegno, d’altra parte c’e la possibilita’ di diventare sempre piu’ numerosi perche’ tutti vogliamo le stesse cose, in questo modo invece ha dimostrato che dietro a tanti bei propositi c’e’ solo purtroppo e per l’ennesima volta qualcuno che manovra i fili delle marionette per un suo tornaconto personale, vorrei sbagliarmi per l’interesse comune…collaboriamo e allora cambiero’ idea!

  • Morena Sacco

    Poi ci terrei a sottolineare ancora una cosa e cioe’ che per quanto riguarda il gruppo di Bartoli nessuno ma nessuno di noi appartiene a nessun partito; tengo a ribadirlo perche’ e’ importante che la gente lo sappia, si sta lavorando per migliorare il futuro dei nostri figli e delle generazioni future!!!

    • IENA

      secondo me più che altro siete tutti scarti dei partiti politici in auge.. praticamente immondizia per l’inceneritorre…

    • nicola_ds

       tanto per dire un nome, Edoardo Desiderio, che conosco, non avrebbe mai gravitato attorno a nessun partito?
      (e per chiarire, pur non condividendone le idee, in linea generale non posso che essere contento che fin da ragazzo c’abbia avuto interesse per la politica)
      che poi, ragionando in termini più ampi, tutta ‘sta cosa del non fare parte di un partito politico, come se fosse una vergogna avere delle idee chiare, e volerle portare avanti con altri che la pensano come te, è abbastanza ridicola. capisco che oggi come oggi i partiti come soggetti in generale per tante ragioni siano screditati, e faccia bello scagliarcisi contro…

  • Morena Sacco

    volevo rispondere a Giovanni 75, certo lo sappiamo tutti che entrare in politica e’ mettere il sedere in caldo ma non e’ questo il punto, quello che conta e’ l’operato delle persone che hanno il sedere in caldo e vedere se i privilegi che hanno ottenuto se li guadagnano o meno e fino ad ora vedo solo un totale disimpegno da parte di questi signori…quello che farebbe la differenza e’ una apertura al dialogo e al confronto avvicinandosi alla gente, ascoltando quello che chiedono le persone di tutte le categorie pero’ casalinghe pensionati operai ma anche commercianti, imprenditori,laureati costretti ad andarsene,artigiani da sempre vessati dagli interessi usurai delle banche, liberi professionisti e di tutti coloro che vorrebbero apportare idee nuove per nuovi progettiUNA APERTURA A 360 GRADI CHE DIA UNA OPPORTUNITA’ A TUTTI E NON SOLO A CHI BRANDISCE UNA CERTA BANDIERA…la gente e’ stufa!!!

    • nicola_ds

       puntualizzando quanto sopra, “entrare in politica” non è (solo) mettere il sedere in caldo, fare politica è grazie al cielo ancora per moltissima gente l’impegno in prima persona, al di là delle differente idee, nei partiti come nei comitati come nelle associazioni. anche lei Morena sta facendo politica. e se siamo arrivati al livello attuale, è proprio perché troppa gente ha rinunciato a impegnarsi, a dire la propria, limitandosi a dare deleghe in bianco.

  • Pingback: Movimento No Inceneritore: ”Comitato No Inceneritori accetti collaborazione, mettiamo fine a polemiche” | Terni Oggi()

  • Francesco Bartoli
  • Francesco Bartoli

    TERNI 25-10-2012

    In riferimento alle dichiarazioni apparse su Terni oggi di
    Fabio Neri esponente del Comitato NO INCENERITORI TERNI precisiamo quanto
    segue:

    1.      
    E’ stato creato un comitato promotore per costituire
    un movimento che oltre alle problematiche dell’inceneritore affronterà altri
    temi legati all’ambiente e all’inquinamento . Nella stesura definitiva della
    denominazione del nuovo movimento  ci
    sarà necessariamente la parola Terni e la parola INCENERITORE visto che nessuno
    può rivendicarne l’esclusività di utilizzo , e visto che la problematica
    relativa all’inceneritore è una delle più pressanti. Ma sia nei colori sia
    nella denominazione ci teniamo a differenziarci con il comitato preesistente, e
    cosi sarà.

    2.      
    Riguardo all’uso delle foto l’intenzione era di
    dare ulteriore visibilità ad un iniziativa riuscita ma che non aveva avuto
    granchè eco nei media locali, nello spirito che contraddistingue il nostro movimento
     di collaborare sempre con chiunque
    denunci o protesti per l’inceneritore o per altri problemi ambientali a Terni.

    3.      
    Riguardo alla presunta disponibilità a
    collaborare alla manifestazione , stiamo ancora aspettando una risposta ad una
    nostra ultima richiesta del 04-10-2012, avvenuta al termine di un rapido
    scambio di vedute . In quella sede avevamo chiesto  tempi e modalità con cui sarebbe stata
    organizzata , ed informazioni sui componenti del comitato organizzatore.

    4.       Riguardo
    al fatto che sempre secondo quanto affermato da Fabio Neri a Terni oggi , “neanche un membro del nostro comitato è
    iscritto ad un partito politico ”   che quindi la protesta organizzata dal
    comitato abbia solo finalità di utilità sociale , chiediamo al comitato di
    rendere noti con un comunicato ufficiale i nomi dei membri del comitato stesso
    , in modo che tutti possano poi verificare se qualcuno fra questi sia in futuro
     candidato alle prossime elezioni , nascondendo
    oggi finalità politiche . Noi i nostri nomi li abbiamo già resi pubblici .
    Quello che noi vorremmo è che se effettivamente questo comitato si fregia di
    essere animato da semplici cittadini , i partiti ne devono stare fuori in
    particolare quelli di centrosinistra che in consiglio comunale hanno dato in
    passato il loro assenso alla costruzione di questo inceneritore.

    5.       Infine
    riguardo alla possibilità di collaborare , e costituire un fronte comune contro
    l’inceneritore,  la nostra disponibilità
    era e rimane massima , pertanto rimaniamo in attesa che il comitato si esprima
    in tal senso e che anche dopo la manifestazione del 27.10.2012 sia possibile
    effettuare un incontro chiarificatore , al fine di unire e coordinare le forze,
    con la speranza di mettere fine a qualsiasi polemica.

    MOVIMENTO NO INCENERITORE TERNI – Il Comitato
    promotore

  • Eros Salvati

    Bene bene,ancora una battaglia per il difensore civico e non solo di questa città.Vorrei usare dei termini molto più…pacati,delle riflessioni,avere un dialogo aperto.Ma tutto questo è impossibile!!!! Caro sig Bartoli,ha pure il coraggio di vantarsi che,insieme ha quei fenomeni dell ACI,siete riusciti a togliere gli autovelox,(a Spoleto stanno raccogliendo le firme per aumentarli “Corriere dell’Umbria),poi al prossimo incidente mortale(spero di no)ne parliamo,che si è battuto per la Notte Bianca(il solo a lamentarsi è stato lei)la festa alla Passeggiata,che non deve essere fatta perchè danneggia alcuni bar(lei ha solo mensionato Vetturini)ecc ecc.Per tutte le sagre abbusive e non,che danneggiano i ristoratori,che facciamo il silenzio?? Ora l’ultima per cronologia,sempre di moda,utilizzabile per tutte le stagioni,utile per…fomentare polemiche e parlare tanto per aprire bocca,l’inceneritore,perchè ha Terni l’inquinamento è l’inceneritore,solo e sempre lui,tutta colpa sua,tanto per la confusione che si è generata,nessuno ci ha capito nulla!!! Ora visto che il suo nuovo comitato,oltre a quello già esistente,volete salvare la Nostra comunità dall’inqinamento,per cortesia,fate vedere le relazioni del Ministero dell’Ambiente e della Salute,cosa dicono riguardante l’inqinamento in questa città?? Poichè credo,che questi dati possano solo che avvalorare le Vostre o meglio la sua ennesima battaglia!!! Poichè alcuni mesi fà pubblicai personalmente tali dati,tramite queste pagine,ma non so come mai,sono stati cancellati in poco tempo,vi rimetto a conoscenza di alcuni dati,poichè ora non ho la possibilità di accetervi direttamente. Lo sa che Terni,come Taranto,come Bagnoli,come Piombino,come Genova,hanno il più alto tasso di mortalità per tumori alle vie respiratorie,causati dalle esposizione alle polveri provenienti dai siti siderurgici,che forse lei non lo sa,ma queste città,hanno o avevano??Lo sa che sempre queste città,detengono il triste primato,per la sterilità,sempre derivata dalla esposizione all’inquinamento prodotto da industrie siderurgiche??? Lo sa che l’inquinamento in questa città non è aumentato,ma è rimasto invariato,nonostante questi inceneritori?? Lo sa che l’inquinamento per ciò che riguarda Terni,aumenta solo nei periodi in cui l’acciaieria aumenta i volumi di produzione di acciaio??Può dire alla cittadinanza,quanti inceneritori sono a pieno regime?? Se non sono a pieno regime quanti lavorano,e in che percentuale?? Altrimenti di che cosa state parlando?? Certo che,è più facile fare la voce con l’argomento inceneritori,ha il coraggio di parlare che in questa città sono anni che è governata da i soliti(che poi a me non mi rappresentano),che questi signori fanno ciò che vogliono,e le potrei dare anche ragione su questo,allora anche lei anzi tutti voi comitati,fate la stessa cosa,fate finta di nulla,omettete la verità.E credo pure di aver capito il perchè,anzi alcuni perchè,il primo,che la confusione regna sovrana,il secondo,ma non per importanza,lo trovo veramente squallido,ipocrita,è quello che dire la verità,che l’inquinamento proviene per il 99% dalle acciaierie e non solo,sarebbe pericoloso,il rischio di eventuali antipatie,ritorsioni,impopolarità,ma sopratutto eventuali perdite di voti sarebbe un danno,sia per il soggetto che direbbe tali parole,ma anche per il partito che rappresenta.Figuriamoci poi,in questo periodo di crisi che sta attraversando l’Acciaieria di Terni,perchè forse lei non lo sa,oppure è occupato con tutte queste battaglie,ma l’acciaieria di Terni,la stanno chiudendo!! Come esponente di ciò che rappresenta,non ho mai visto ne lei ne altri del suo livello,spendere alcuna parola per la vicenda AST,logico,come si dice,meglio non rischiare,ci mettiamo da una parte poi…..vediamo.La città chiede soluzioni,non comitati,ma soluzioni per risolvere il problema inceneritore,e non solo,proposte,non becere chiacchiere,quale nuovo che avanza volete farci credere,voi siete l’avanzo del vecchio!!! Credo che le cronache di questi giorni,riguardanti la situazione di Taranto,possano far capire la gravità dell’inquinamento provocato dall’industria siderurgica,ha mai visitato un’industria siderurgica?? Ha mai lavorato al suo interno??Ha mai  visto la fase fusoria dell’acciaio?? Sa qual’è il problema di questa città?? Che si chiacchiera troppo,sempre e solo chiacchiere,quelle chiacchiere che non producono e portano a nulla,le stesse chiacchiere che le dicevo prima,le stesse chiacchiere che sta facendo lei!!!

    • Anonimo

      Signor Salvati, lei scrive: “Poichè alcuni mesi fà pubblicai personalmente tali dati,tramite queste pagine,ma non so come mai,sono stati cancellati in poco tempo”. Si tratta di un’affermazione assolutamente falsa. In queste pagine non è stato cancellato alcunché, tanto meno dati o commenti relativi ad inquinamento e patologie. Anzi, dell’argomento abbiamo scritto abbondantemente ( questa inchiesta ad esempio http://www.ternioggi.it/terni-citta-avvelenata-inquinamento-e-record-di-tumori-centinaia-di-morti-inchiesta-di-terni-oggi ) e continueremo a farlo.

  • giovanni75

     io non l’ho attaccata caro sig. bartoli, ho solo espresso dubbi più che leciti, se fino ad ora chi è entrato in politica l’ha fatto per tornaconti personali, chi ci assicura che non lo fa anche lei? sono dubbi non accuse.
    non voto da anni, non faccio parte di partiti, non ho velleità elettorali, non ho aziende da tutelare, non ho nulla, quindi con me dorme sonni tranquilli, caro sig.bartoli.
    oggi in politica a terni ci sono soggetti che hanno attività commerciali che lavorano col pubblico, lo dovrebbe sapere, oppure glielo devo suggerire io caro sig.bartoli?
    niente di differente da quello che potrebbe fare lei, che si erge a nuovo beppe grillo, ma che, stando alle premesse, potrebbe essere un nuovo identico al vecchio.
    le ribadisco caro sig.bartoli che le mie non sono accuse ma dubbi che spero lei mi toglierà.
    alcune delle criticità che solleva rispetto alla notte bianca, le condivido, anche se sa anche lei che la società che l’ha gestita ha 20 anni di attività ed ha solo cambiato nome.
    ha tutto il diritto di candidarsi, ci mancherebbe,anzi, da quello che dice mi sembra ormai chiaro, ma è anche chiaro che alcune battaglie sembrano strumentali, come questa per gli inceneritori di cui lei, caro sig.bartoli  si è sempre disinteressato, fino ad una settimana fa.
    e non capisce neanche che sta facendo il gioco del pd, che tanto dice di combattere, caro sig.bartoli. 

  • Pingback: Terni, nuovo Movimento No Inceneritore propone referendum per abrogare legge regionale | Terni Oggi()