Di Girolamo saluta Paglia: ”Con lui la città manterrà rapporto intenso. Orgogliosi per sua nomina”

0

“Un rapporto intenso e molto solido ha legato monsignor Vincenzo Paglia alla città di Terni. Un rapporto che è costantemente cresciuto da quando dodici anni fa monsignor Paglia è stato nominato Vescovo della Diocesi di Terni, Narni e Amelia”. Lo ha dichiarato oggi il sindaco Leopoldo Di Girolamo alla notizia della nomina di monsignor Paglia alla presidenza del Pontificio Consiglio della Famiglia. (http://www.ternioggi.it/il-vescovo-vincenzo-paglia-lascia-terni-nominato-ministro-della-famiglia-in-vaticano)

“Fin dal suo arrivo a Terni – continua il sindaco –  la nostra comunità gli ha accordato una fiducia molto forte ed estesa, non solo per il suo ruolo religioso e spirituale, ma anche per la capacità dimostrata da monsignor Paglia di saper rappresentare le istanze della città, specie nei momenti più difficili e complessi”.

“I suoi stimoli, le sue azioni, le sue tante iniziative – continua Di Girolamo – hanno sempre avuto come obiettivo il bene della città e la sua crescita morale e materiale. Per questo le abbiamo sempre molto apprezzate, in particolare quando il Vescovo ha rivolto la sua attenzione alle fasce della popolazione più in difficoltà, agli ultimi, per usare la definizione del Vangelo. In questo difficile contesto, specie in una fase complessa come quella che stiamo attraversando in questi anni, monsignor Paglia ha operato in maniera concreta, portando sostegno pratico, progetti e conforto spirituale. Per tutti questi motivi non posso quindi che esprimere a nome mio, dell’amministrazione comunale e della città tutta, un grande  e sentito ringraziamento per quanto monsignor Paglia ha realizzato per la nostra comunità”.

“E’ inoltre motivo d’orgoglio – dice ancora il sindaco – che il giudizio estremamente positivo su di lui che viene dalla nostra città, sia condiviso anche in Vaticano e in particolare da Papa Benedetto XVI, che ha chiamato monsignor Paglia a ricoprire la presidenza di uno degli organismi più significativi della Curia Romana , il Pontificio Consiglio della Famiglia”.

Per Di Girolamo “un tema, quello della famiglia, particolarmente caro al Vescovo di Terni, al quale anche nella nostra città ha dedicato grande attenzione. Per questo sono certo che monsignor Paglia sarà in grado di dare un nuovo impulso ed uno slancio adeguato all’organismo che gli viene assegnato. Così come sono  altrettanto certo che monsignor Paglia continuerà a mantenere un rapporto solido e costante con quella che ormai deve considerare la sua città, Terni, alla quale sono sicuro che non farà mancare le sue attenzioni, così come noi continueremo con lui”.

“Il fatto che non vada a fare il Vescovo in un’altra città, ho detto scherzosamente a monsignor Paglia salutandolo – ha concluso il sindaco – ci rende in qualche maniera meno gelosi e ancor più certi che non ci dimenticherà mai”.

CONDIVIDI