Imu, Irpef, autovelox e aumenti rette, Confconsumatori: ”Il Comune scambia i cittadini per bancomat”

1

Il presidente della Confconsumatori Provincia di Terni, l’avvocato Antonio De Angelis, esprime profonda preoccupazione per alcune decisioni assunte dal Comune di Terni negli ultimi mesi. “Oltre alla aliquota IMU tra le più alte d’Italia, anche i recenti aumenti della TIA e della addizionale IRPEF lasciano ipotizzare che il Comune di Terni abbia scambiato i cittadini ternani per un vero e proprio bancomat. A ciò si aggiungano anche gli  aumenti delle rette relative agli asili nido, elementari e mense comunali, che coinvolgeranno la stragrande maggioranza delle famiglie ternane che usufruiranno di detti servizi”.

I numeri sembrano essere dalla parte del presidente di Confconsumatori. Secondo uno studio del Sole24Ore, le aliquote Imu a Terni – con lo 0,55% sulla prima abitazione e lo 0,96% sulle altre abitazioni – sono tra le più alte d’Italia (http://www.ternioggi.it/aliquote-imu-terni-al-secondo-posto-tra-i-comuni-con-la-piu-alta-aliquota). Per quanto riguarda l’Irpef, nell’approvazione del bilancio, l’aliquota dell’imposta sul reddito è stata portata dallo 0,5% allo 0,8%. Nella stessa occasione, la Tia (la tassa sui rifiuti) è stata aumenta dell’8%. Da ricordare che la tassa sui rifiuti nel 2010 era già stata aumentata del 20%. (http://www.ternioggi.it/il-comune-di-terni-approva-il-bilancio-preventivo-2012-ecco-le-aliquote-di-imu-irpef-e-tia). Per quanto riguarda le rette di cui parla Confconsumatori, si tratta di aumenti che riguardano le tariffe piene di asili e mense http://www.ternioggi.it/servizi-a-domanda-individuale-aumenti-nel-2012-per-asili-mense-scolastiche-e-sale-bct

“Dati alla mano – dice De Angelis – le somme che verranno incassate  dal Comune di Terni, a cui devono essere aggiunti i tanti milioni di euro recentemente entrati nelle casse comunali con le multe relative agli autovelox di via alfonsine e viale dello stadio, determineranno maggiori entrate per il Comune di Terni rispetto all’anno precedente, anche volendo tenere in considerazione le minori somme elargite ai Comuni dal Governo nazionale”. Sulle multe elevate tramite i due autovelox, le polemiche vanno avanti da mesi ed al riguardo ha preso una nettissima posizione anche l’Aci di Terni: http://www.ternioggi.it/autovelox-aci-su-multe-assurdo-terni-sta-diventando-barzelletta-d%E2%80%99italia-comune-fa-solo-cassa

Infine, De Angelis, fa rilevare come sia “del tutto  illogico che, in un momento di crisi economica come quello attuale, l’amministrazione comunale di Terni abbia come principale pensiero quello di fare cassa aumentando tutte le aliquote e le tariffe possibili”, ed annuncia a breve iniziative contro tale comportamento del Comune di Terni.

CONDIVIDI
  • Anselmicchioo

    il comune di terni e’ peggio di Monti!!!!! Dove arriveremo di questo passo…..non pensano alle famiglie e anche chi vive da solo con pochi euro al mese!!!!!