Presunto aggressore Di Girolamo identificato ma non arrestato. Il video della polizia con ombrellate

3

sindaco Terni ombrellata (1)Il presunto aggressore che avrebbe ferito il sindaco di Terni colpendolo con un ombrello è stato identificato dalla polizia ma è stato poi rilasciato: nessun arresto. All’uomo, che faceva parte del gruppo dei manifestanti, è stato sequestrato l’ombrello e la sua posizione è ora al vaglio degli inquirenti. A suo carico potrebbe essere ipotizzato il reato di lesioni.

Intanto la polizia ha diffuso un video in cui si vede un uomo che sferra dei colpi con un lungo ombrello grigio. Dalle immagini non è semplice capire se effettivamente quei colpi possano essere andati a segno sulla testa di Di Girolamo ma la polizia, forse anche sulla base di altri video, non ha dubbi e ritiene che “emerge con chiarezza” che a colpire il primo cittadino ternano sia stato il manifestante poi identificato.

Dopo l’identificazione del presunto aggressore, il sindaco Di Girolamo ha continuato a sostenere un’altra versione dei fatti: ”Non ho visto il video e chi lo ha fatto mi dice che è dubbio. Io comunque le manganellate le ho viste”. Lo stesso Di Girolamo, poco prima che il manifestante venisse identificato, in un’intervista al Tg1 aveva affermato con certezza di essere stato colpito da agenti di forze dell’ordine: “Ho ricevuto una manganellata da uno dei poliziotti schierati. Io ho visto arrivare la manganellata e mi sono voltato di spalle per non riceverla in volto. Non c’è stato nessun manico di ombrello”.

Tutta la cronaca e gli aggiornamenti qui: http://www.ternioggi.it/scontri-a-terni-sindaco-di-girolamo-ferito-accusato-manifestante-con-ombrello-video-la-cronaca-27535

IL VIDEO DEL CORRIERE DELLA SERA:

IL VIDEO DI REPUBBLICA (ombrello si vede a 0:57 secondi):

CONDIVIDI
  • Francesco Bartoli

    Ho tanti parenti, amici e conoscenti che lavorano nell’acciaieria , è da sempre la fabbrica della Città , si identifica con la Città , ha dato negli anni lavoro a tanti operai di Terni , ha dato opportunità di sviluppo a tanti imprenditori di Terni , ed è stata il trampolino di lancio di tanti politici di Terni molti ancora in carica , che si sono sempre eretti di fronte agli operai a paladini dei loro diritti , salvo poi girarsi dall’altra parte quando l’acciaieria veniva svenduta , frazionata impoverita dagli stessi partiti di cui loro sono parte integrante . L’acciaieria per loro è solo una fabbrica di voti da usare qualche mese prima delle elezioni per fare qualche comizio , qualche corteo per dire sono uno di voi , salvo poi farsi riaccompagnare a casa dall’autista di fretta perchè la cena è pronta , ed è sempre un ricco banchetto preparato ogni giorno con vitalizzi mensili uguali allo stipendio di 10 operai . Ecco se io fossi un operaio dell’acciaieria , uno dei miei amici giustamente preoccupato per il suo lavoro e per il futuro della sua famiglia , non vorrei in corteo al mio fianco questi politici in giacca e cravatta che sbandierano ideologie di sinistra ma hanno il portafoglio e gli interessi a destra !! Nessun politico a Terni e dico nessuno può ergersi a paladino degli operai , ne può pensare di sviare le responsabilità della mala politica che ha prodotto questi risultati sulle forze di polizia , il male dell’acciaieria non è la polizia ma chi vuole sfruttare un corteo e delle ombrellate per ottenere visibilità personale e fare carriera politica .
    A me dispiace solo per gli operai rimasti feriti per gli scontri , esasperati e derisi un’altra volta utilizzati solo come strumento per creare disordini e nascondere le vere responsabilità di un inesorabile declino di una città intera .

    • nicola_ds

      Bartoli, “uomo che non ha mai pensato a candidarsi e fa tutto disinteressatamente per il bene del popolo”, magari non porterai giacca e cravatta, ma ora che sei un “politico” a tutti gli effetti anche te, fai il santissimo piacere di evitare quantomeno di arrivare a strumentalizzare addirittura i fatti di ieri con tirate come queste sopra?
      Grazie, con immutata “stima”.

      • Francesco Bartoli

        se c’è qualcuno che sta strumentalizzando la cosa certamente quello non sono io…… ma chi vuol far dimenticare i problemi di una città intera non solo dell’AST con una ombrellata chiedendo le dimissioni del questore….