Strage di cani in Ucraina: una bufala

14

E’ da tempo che gira in maniera sempre più consistente la voce che l’Ucraina stia sterminando i randagi del suo Paese in occasione dei giochi Olimpici. E’ un film già visto, ma un film appunto. A ogni Paese che abbia ospitato le Olimpiadi è toccata la stessa sorte, ricordate le Olimpiadi greche del 2004? Anche allora la stessa storia, foto e video raccapriccianti per testimoniare qualcosa che non era vero. Il materiale che gira attualmente sull’Ucraina appartiene allo stesso repertorio che girò in Grecia nel 2004, materiale ottenuto in Cina anni addietro.

E su queste telenovela si mette in moto tutta la macchina internazionale della “Protezione Animale” con campagne mediatiche studiate a tavolino con l’aiuto di esperti, psicologi, marketing. Il materiale mostrato è sempre raccapricciante, ma un fotoreporter sa bene che nella sua documentazione fotografica per essere attendibile si deve individuare l’ambientazione, mentre invece queste immagini sono sempre decontestualizzate nel tempo e nello spazio. Ma non ha importanza per il risultato che si vuole ottenere, cioè toccare le corde sentimentali dell’individuo perché sanno che dopo che sono coinvolti in un certo stato emozionale non avranno bisogno di nient’altro.

Si crea un passaparola frenetico di indignazione in modo esponenziale, alla fine non conta più nemmeno l’immagine o l’articolo, ma basta “Ho sentito dire…” Chi osa porre dei dubbi viene emarginato come persona insensibile o pazza. Se possiamo fare un paragone, è la stessa cosa avvenuta per le immagini delle ipotetiche fosse comuni per ipotetiche vittime di stragi nella “Primavera Araba”.

Comunque ciò che dicevano prima delle Olimpiadi in Grecia non era vero, dicevano che li sterminavano con la ruspa, sistema macchinoso e molto improbabile, bastava il veleno che rimaneva anonimo. Ora dicono che in Ucraina girano con dei forni crematori mobili, ma vi sembra davvero una cosa possibile? Le storie certo non mancano di fantasie infantili, è impensabile che all’improvviso qualcuno in un Paese si procuri tutti questi forni crematori mobili (ma esistono?) e metta in moto gente per attuare questa cosa molto complicata, ripeto, il veleno è pratico, economico e anonimo.

Ma non servono solo le Olimpiadi, ogni occasione è buona per diffamare un Paese, l’hanno fatto anche con la Romania, e la stessa Italia, e ancora lo stanno facendo. Perché lo fanno? Per prelevare animali, un prelievo sistematico e abnorme , e qui si mette in moto la seconda macchina, “La macchina dell’adozione internazionale”. La “Macchina dell’adozione” mette in moto lo stesso meccanismo noto: problema=reazione=soluzione.

La soluzione anche se goffa, improbabile viene accettata comunque, dalle miriadi di associazioni animaliste vecchie e nate ad hoc come ingranaggi di una macchina che fa capo all’Oipa e altre grandi associazioni del nord Europa e dell’America affiancate a personaggi potenti.

In merito al presunto problema “dell’olocausto randagi in Ucraina” mi sono sentita obiettare che non si tratta di adozioni ma di protestare contro la Uefa, ma questa è solo la prima puntata. E’ il primo passo per mettere in moto la macchina che proseguirà a luci spente. L’altra obiezione è che non si può fare di tutta l’erba un fascio, che le Associazioni non sono tutte uguali, è vero, ma che importanza ha se poi agevolano questi meccanismi?

Qualcun altro mette in dubbio le ufficiali verità dell’Ucraina: fonte. Una testata tedesca che da tempo mette in dubbio certe presunte verità, con l’articolo dal titolo “ Chi c’è dietro Anominus”. Si, i video di Anonymous, con la la maschera di Guy Fawkes. Sorpresi? C’è da esserlo.

Ebbene, Anonymous c’è anche dietro i video dei randagi in Ucraina. Nell’articolo (tradotto con Gogle) si legge:

Dog cull Ucraina. Nell’elencofinora A Inserito da attività anonimi, come ad esempio Wikipedia, immersioni questioni connesse sul benessere degli animali non lo è. Ma nel novembre 2011, come l’indignazione per l’uccisione del cane in Ucraina prima del Campionato europeo di calcio ha raggiunto l’apice, è stato caricato su YouTube il video “Anonymous OpUEFA”: uno parla con la voce alterata da Guy Fawkes persona mascherata maschera volto a “cittadini del mondo” e le relazioni sulle uccisioni di cani. 

Falsche BildeFalse immagini. Una caratteristica peculiare del video è il fatto che ha usato per essere ancora più antiche immagini a partire dal 2009, elemento di fatto è che non hanno nulla a che fare con l’Ucraina e provengono dalla Cina. Esattamente, e queste immagini sono stati utilizzati anche da varie organizzazioni animaliste tedesche di protezione per propaganda contro l’Ucraina. 

Minacce contro EM-sponsor. Un nuovo video di 11 Gennaio 2012 sarà ancora una volta sponsor del “ricordare la vostra responsabilità”. La minaccia è estesa a tutte le stazioni televisive, che hanno i diritti per il Campionato Europeo UEFA. L’autenticità relativa di entrambi video è confermata dal

sito: www.anonymous twilightzone.info.

 

In quest’altro sito leggiamo: 

L’impulso emotivo di molti amanti degli animali su tali azioni dubbie come quella di Anonymoussulle uccisioni di cani in Ucraina è comprensibile. Ma proprio a causa di questa tentazione, si dovrebbe ascoltare e guardare da vicino. E se questo gruppo compromettendo in tal modo la propria credibilità, la prova che hanno usato false immagini, un grasso porzione di scetticismo è richiesto.

In questo video da Anonymousritrovare le immagini di cui hanno da tempo dimostrato sia che essi provengano da un contesto completamente diverso e non ha nulla a che fare con l’Ucraina (cfr. Aua418e Aua424 ).

Ecco il video in questione:

Viene da se che dietro queste organizzazioni ci sono molti interessi, anche politici, tutti di potere e di guadagno.Sono tecniche sperimentate da molto tempo, ora sono più sofisticate e forse mistificate, inoltre ci sono abbinati interessi anche politici, oltre che economici. Bisogna essere lucidissimi, razionali, altrimenti la manipolazione è inevitabile. Dietro a tutto questo ci sono multinazionali, poteri forti, personaggi famosi e insospettabili, anche pericolosi perché molto protetti.

Prendiamo per esempio l’ETN, cos’è?

È una multinazionale che ha, almeno formalmente, una storia ventennale – segnata da contorni piuttosto tormentati – e che fa parte di un trust di ricche imprese facenti capo a un gruppo ristretto di personaggi, collegati fra loro fin dagli anni ’90 in quella che è forse la più grandiosa attività di “movimentazione” di cani randagi nel nostro emisfero.”

Fonte.

L’ETN è una Multinazionale con un impero economico immenso, che ha interessi dalla Turchia alle Canarie, passando almeno per Moldavia, Russia, Ucraina, Bulgaria, Romania, Ungheria, Grecia, Croazia, Serbia, Montenegro, Malta, Italia, Spagna, Portogallo e Irlanda.

Di Wilma Maria Criscuoli
Fonte: http://lalternativaitalia.blogspot.it/2012/02/strage-in-ucraina-per-euro-2012-una.html?m=1

CONDIVIDI
  • Dove sta la verità?

    Sono bravo pure io a mettermi una maschera in faccia, e dire di tutto e il contrario di tutto!!!!

    Vorrei sapere perchè state dando questa notiza falsa!

    Siete un sito di informazione o di “copia e incolla” random dal web così come capita?

    http://laverabestia.org/play.php?vid=4131

  • Dove sta la verità?
    • Anonimo

      Alcuni lettori ci hanno chiesto notizie in merito alla strage di cani in Ucraina. Non potendo avere fonti dirette (e dando per scontato che molti avessero già letto articoli su questa triste vicenda) abbiamo ritenuto opportuno portare all’attenzione dei lettori questo articolo di una blogger prelevandolo dal sito che abbiamo linkato (citando la fonte in fondo). Non crediamo che questo articolo sia “la verità”, però ci sembra abbia il pregio di far emergere alcune incongruenze ed alcuni aspetti poco chiari. E’ infatti vero che molte immagini sono generiche, non contestualizzabili geograficamente. E’ inoltre assurdo ritenere che esistano “forni crematori mobili”. Chi produce tali forni? E che mercato avrebbero? 
      Detto questo, è anche vero che è possibile trovare in rete documenti che attestano come l’avvelenamento sia tristemente stato utilizzato da questi criminali. Visto l’interesse che ha suscitato tale notizia, nonostante esuli dal nostro abituale campo d’azione, ci siamo già impegnati a scrivere un nuovo articolo cercando (per quanto possibile) di scremare le notizie palesemente fasulle e diffuse solo per aumentare l’indignazione e la tiratura, da quelle palesemente vere. Martedì lo pubblicheremo.

  • senti, invece di scrivere cose che non sai entra in contatto con Andrea Cisternino delegato OIPA in Ucraina. è grazie a lui che qualche cane è sopravvissuto e uno di questi si chiama Ciliegia un pastore tedesco a cui hanno sparato e che ha perso il movimento delle gambe posteriori. Con tanto sforzo sono riusciti a portare questo cane in Italia e cosi stanno facendo per altri cani. Come dicevo Andrea ha proprio il piacere ed è disponibile per portare chiunque a fare un giro per vedere le fosse in cui hanno gettato e gettano gli animali, l’azione dei dog hunter, i cani che urlano di dolore nelle poche cliniche veterinarie che sono disposte a riceverli ecc.

    ma pensi che un ente importante come l’OIPA si mette a dire cazzate???? E poi che mancanza di rispetto per i volontari italiani e no che fanno un sedere cosi per salvare quei cani…. facile dire che una buffala senza chiederci ai diretti (o al diretto interessato).

  • Ciliegia, la sopravvissuta al massacro, la risposta ai dog hunter e a chi parla senza conoscere

  •  Noi fortunatamente abbiamo Gianluca Comazzi. Milano. 400.070 euro a Garante animali garante degli animali : ..COMPENSO 400.070 euro? http://www.federfauna.org/newss.php?id=4669 Chissà cosa costa : Un presidio animalista al ministero? ..la gestione del randagismo, produce un business, dice Filippi, valutato intorno ai DUECENTO milioni di euro.. http://www.bighunter.it/Cani/ArchivioNews/tabid/207/newsid729/10416/Default.aspx Ovviamente con simili cifre in ballo… nascono associazioni ovunque.
    E la PETA sta rischiando molto da questo punto di vista… Un po’ poco
    per un’associazione che ha un budget annuale di 37 milioni di dollari.
    …a Norfolk, sono stati uccisi 27.000 animali http://www.giornalettismo.com/archives/206395/lassociazione-animaista-che-fa-strage-di-cani-e-gatti/ Protezione animali: la Rete e le finte adozioni di cuccioli
    Spesso, infatti, dietro annunci circa l’abbandono o l’imminente
    soppressione di cuccioli di cane o di gatto, non si nascondono altro che
    colossali bufale. http://www.federfauna.org/newss.php?id=6740 E i risultati di questo animalismo sono sconcertanti: Uomini e topi: più finanziamenti ai canili che agli asili http://lapulcedivoltaire.blogosfere.it/2011/07/uomini-e-topi-piu-finanziamenti-ai-canili-che-agli-asili.html La “CRISI” non è più un presagio, grazie a queste generali universali follie pseudo animaliste, ma una concreta realtà. . Grecia: oltre 400.000 bambini denutriti http://notizie.it.msn.com/topnews/grecia-oltre-400000-bambini-denutriti
    Dunque se è una “BUFALA” la strage dei cani, a breve torneranno comodo
    al “forno” con patate ai tanti che scrivono di “AMORE” canino. Il loro idolo è Singer .
    Singer è il principale teorico dell’animalismo. Il suo libro
    “Liberazione animale” .. viene considerato il manifesto del movimento
    animalista mondiale. Che dichiara: “I feti, i bambini appena nati e i disabili sono non-persone, meno coscienti e razionali di certi animali non umani. ———–E’ legittimo ucciderli”. http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=36445

    • si magari quando facciano le Olimpiadi in Ucraina e non gli Europei, sara considerata piu seria sta smentita

  • Alessio Privitera

    Chi tace acconsente…. Secondo voi un accusa del genere non merita una risposta? Una smentita ufficiale? Non prendeteci per stupidi…

    • Anonimo

      Gentile Privitera, non abbiamo capito a quale accusa fa riferimento. Come avevamo annunciato in un precedente commento a questo articolo, già la settimana scorsa, abbiamo comunque pubblicato un nostro articolo cercando di verificare, per quanto possibile, quali siano gli elementi di questa triste vicenda che trovano riscontri e quali invece privi di elementi verificabili: http://www.ternioggi.it/strage-di-cani-in-ucraina-cosa-ce-di-vero-e-cosa-e-senza-riscontro-i-forni-crematori-mobili-esistono-davvero Cordiali saluti.

  • Mariaesther_leone

    falso?? tutto falso??? mi sembra strano visto che ci sono italiani che sono andati in ucraina a vedere di persona cs stava succedendo e attraverso le tv hanno fatto vedere dal vivo cosa stava succedendo… ma nn dite cazzate solo perchè si tratta di calcio e nessuno di voi “uomini” è disposto a rinunciare per cose gravi come qst quindi vergognatevi….per non parlare dello scandalo dei soldi che erano destinati a bambini malati e sono stati devoluti a favore degli europei… che gente siete…. complimenti

    • Anonimo

      Gentile Maria, se avesse avuto la bontà di leggere i commenti antecendenti al suo si sarebbe resa conto della situazione e non avrebbe vaneggiato così come le è invece successo. Come già scritto: alcuni lettori ci hanno chiesto notizie in merito alla strage di cani in Ucraina. Non potendo avere fonti dirette (e dando per scontato che molti avessero già letto articoli su questa triste vicenda) abbiamo ritenuto opportuno portare all’attenzione dei lettori questo articolo di una blogger prelevandolo dal sito che abbiamo linkato (citando la fonte in fondo). Non crediamo che questo articolo sia “la verità”, però ci sembra abbia il pregio di far emergere alcune incongruenze ed alcuni aspetti poco chiari. 
      Visto l’interesse che ha suscitato tale notizia, nonostante esuli dal nostro abituale campo d’azione, già una settimana fa abbiamo pubblicato un nostro articolo sulla triste vicenda in cui si cerca di verificare , per quanto possibile, quali siano gli elementi che trovano riscontri e quali invece privi di elementi verificabili. L’articolo è questo: http://www.ternioggi.it/strage-di-cani-in-ucraina-cosa-ce-di-vero-e-cosa-e-senza-riscontro-i-forni-crematori-mobili-esistono-davvero  Se lo legga prima di sputare sentenze a caso. Cordiali saluti.

  • Scusate, ma quando le fanno le Olimpiadi in Ucraina?

  • Mario Rossi

    Facciamo così Sig.ra criscuoli,
    forse quello che dice è la verità. Ora…
    Lei sarebbe pronta a giurare sull’onore suo e delle generazioni a venire che ciò che afferma sia vero completamente?
    Che in ucraina non sono avvenuti massacri di cani randagi?
    Guardi che glielo chiedo senza polemica, perchè se lei si assume la responsabilità di quello che afferma non dovrebbero esserci problemi a garantire la sua professionalità ed onorabilità e quella dei suoi cari presenti e futuri.
    Grazie

  • Ospite