Terni, al via i lavori di messa in sicurezza di Villa Palma

villapalmaDopo anni di totale abbandono, per Villa Palma iniziano finalmente i lavori di messa in sicurezza. Lo comunica, a sorpresa, il Comune di Terni spiegando che a decidere l’intervento teso a evitare ulteriori crolli e infiltrazioni meteoriche è stata la Spoleto Credito e servizi gestione immobiliare con un intervento diretto dell’amministratore Filippo Ranalli e del commissario straordinario nominata dalla Banca di Italia Gianluca Brancadoro.

Si tratta di un intervento da 300 mila euro “nell’ambito del piano attuativo e in vista di un possibile perfezionamento della relativa convenzione”. I lavori dovrebbero essere ultimati entro tre mesi. Si è iniziato con la pulizia dell’area circostante l’edificio per consentire così l’accesso dei materiali e l’installazione dei ponteggi, secondo un progetto già inviato alla Sovrintendenza in quanto il bene è sottoposto a tutela.

Il sindaco Leopoldo Di Girolamo dichiara: “Apprendiamo con soddisfazione la decisione della Spoleto Credito e Servizi di intervenire per evitare ulteriore danni a un immobile di pregio che è al centro di un intervento urbanistico messo a punto proprio per il salvataggio di questo edificio che da troppo tempo attende risposte. Nel rispetto dei ruoli e delle normative, l’Amministrazione Comunale di Terni continuerà a lavorare per dare una risposta definitiva sia in termini di recupero e restauro di questo immobile privato che di una sua destinazione a valore aggiunto per la città”.

Nel corso degli anni l’associazione Terni Città Futura si è fortemente battuta per la salvaguardia di quell’importante patrimonio artistico e culturale rappresentato dalla villa edificata nel XVI secolo. Non solo crolli e degrado: il prestigioso edificio era da tempo preda di vandali, ladri, senzatetto e writer. I lavori di messa in sicurezza dovrebbe almeno servire ad evitare ulteriori gravi danni.

PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNDkwcHgiIGhlaWdodD0iMzIwcHgiIHNyYz0iaHR0cDovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9XT3cydG9pemdoND9hdXRvcGxheT0xIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNDkwcHgiIGhlaWdodD0iMzIwcHgiIHNyYz0iaHR0cDovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9XT3cydG9pemdoND9hdXRvcGxheT0xIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
UN'OCCASIONE STORICA CONTRO L'INGORDIGIA DELLE BANCHE