Terni, il Comune prevede di incassare 15 milioni di euro di multe: “Occhio ai box arancioni”

13

speedcheck viale trento terniIl Comune di Terni, in gravi difficoltà finanziarie, si prepara a far cassa con multe a raffica. E’ quanto denuncia il consigliere comunale all’opposizione Enrico Melasecche che in un comunicato paragona il sindaco Leopoldo Di Girolamo allo Sceriffo di Nottingham.

Lo stesso consigliere spiega che la maggioranza prevede di incassare 15 milioni di euro di multe nei prossimi tre anni e che i tecnici sarebbero già a lavoro per mettere in funzione i speed check: i box arancioni ai lati della strada che per anni non hanno ospitato autovelox.

Il comunicato di Enrico Melasecche:

“Passando in Viale Borzacchini molti automobilisti hanno notato come alcuni tecnici stessero armeggiando ai box arancioni ormai abbandonati a se stessi da vari anni. La ragione è presto detta. Il Bilancio preventivo 2017-2019 del Comune che Di Girolamo si accinge a far approvare dalla sua composita maggioranza prevede circa 15.000.000 di euro di introiti di multe stradali, oltre quelle relative al mancato pagamento della sosta che incassa Terni Reti cui si aggiungono oltre 11.000.000 di recupero dell’evasione. Un aumento iperbolico che neanche lo Sceriffo di Nottingham si sarebbe mai sognato a questi livelli. Quindi ordini perentori di fare cassa superiore a 26.000.000 di euro. Un prelievo forzoso dalle tasche dei ternani che famiglie ed imprese dovranno versare, obtorto collo, al Comune per contribuire alla montagna di debiti creati e nascosti nelle pieghe di bilanci farlocchi negli ultimi quindici anni.

Si pensi soltanto che solo gli interessi sul debito nello stesso triennio ammontano a circa 22.000.000 di euro per cui, a spanne possiamo rilevare che tutte le multe ed il recupero dell’evasione va a pagare gli interessi sulla montagna di debiti contratti il cui pagamento è stato rinviato sine die fino al 2045. Ora nessuno contesta il recupero dell’evasione che, fin qui trascurato dalle giunte Raffaelli e Di Girolamo è diventato uno delle molte ragioni che hanno causato il disastro finanziario attuale. Tuttavia correttezza vorrebbe che il sindaco facesse una conferenza stampa informando sui termini della manovra e sulle ragioni del dissesto annunciando il giro di vite in corso. Continuare a sostenere che nessuna manovra a carico dei cittadini verrà congegnata e che nulla cambierà costituisce una menzogna enorme, una bugia da Pinocchio dal naso chilometrico.

Massima attenzione quindi ai divieti di sosta e agli eccessi di velocità per chiunque non voglia finanziare i buchi di bilancio fatti da questa sinistra nel corso degli ultimi quindici anni, perchè errare è umano, perseverare sarebbe diabolico nè ci si potrebbe poi lamentare. Dovrebbe essere il Comune ad annunciare il giro di vite pesantissimo ma, visto che preferisce allungare sottobanco le mani nei già magri portafogli dei cittadini, presumiamo in modo da prelevare il massimo consentito, lo facciamo noi onde evitare inutili prelievi più subdoli di quelli fiscali in quanto non annunciati dal sindaco nella massima trasparenza”.

CONDIVIDI
  • silvepaolo

    peccato che tutto l incasso non andra mai per sistemare le strade cittadine che sono da terzo mondo!!!

  • Mik

    Caro Melasecche, lo Sceriffo di Nottingham a questi gli fa na’ pippa!!!…ma alla prima votazione saranno spazzati via come foglie secche, così andranno finalmente a lavorare, si potranno chiudere gli inceneritori e la parola tornerà ai cittadini…. invece che ai LADRI!!!

    • Massimo Vvm

      “…saranno spazzati via come foglie secche” perché faranno rispettare una legge dello Stato? Ma come, non siete voi i paladini del rispetto delle regole?

      • Mik

        Naturalmente non hai capito una fava di tutta la faccenda e ti appelli alla legge dello Stato(sacrosanta oltretutto) ma vedo che sotto ti hanno già ben inquadrato per cui non sto a perdere tempo.

        • Massimo Vvm

          Strano che uno come te non abbia tempo da perdere, così come è strano che hai letto (?) che qualcuno mi abbia “già ben inquadrato” non avendo di fatto ricevuto risposte nel merito della questione e in questo, al contrario, non ci trovo nulla di strano.
          Siete degli “yes-man” sempre pronti a genuflettervi al volere del padrone di turno ma sempre e rigorosamente senza spiegare quello che scrivete.
          Il Sig. Melasecche fa propaganda infantile confondendo il rispetto della legge dal saper amministrare una comunità (che poi dovrebbe saper bene di cosa parla, in fondo viene dalla scuola di Ciaurro, forzista/AN/liberale….), infatti scrive:
          “..Massima attenzione quindi ai divieti di sosta e agli eccessi di velocità per chiunque non voglia finanziare i buchi di bilancio fatti da questa sinistra nel corso degli ultimi quindici anni….”
          Capito? per questo “signore” la legge va rispetta non per dovere civico ma per non finanziare i buchi ecc ecc….
          Complimenti

  • Massimo Vvm

    Quindi uno può andare a 200 kmh e se viene multato la colpa è del sindaco.
    Salvo che si tratti del “negro” di turno o che investi un qualche bambino, ma non il vostro, per carità
    Siamo al punto che si lamenta l’ortica invece del culo!!!

    • robersis

      Se non ho mal interpretato le tue parole tu sei uno di quelli che con le mutande abbassate si mette chino in avanti, per dirla , a novanta gradi, ed ogni volta che il comunista di turno lo decide tu comunque ci godi.

      • Massimo Vvm

        No, molto più banalmente sono uno che rispetta le leggi. Se devi andare a 50 kmh, IO vado a 49kmh, e se mi multano perché andavo a 51 kmh, quindi contravvenendo una legge dello Stato a tutela della sicurezza anche di tuo figlio, pago la multa senza dare la colpa nessuno se.non a me stesso.
        Il concetto è estremamente semplice, ma se non lo capisci dimmelo che ti faccio i disegnini, ma se lo capisci stando 90gradi e con le mutande abbassate fa lo stesso, in pratica ti entra prima in culo che in testa.

        • robersis

          Tipico dei comunisti. Niente idee, niente innovazione. Solo scopiazzature e addirittura volgari.

          • Massimo Vvm

            In fatto a volgarità si, mi sono limitato a scopiazzare te (se sai leggere basta che sali di un paio di commenti). Per quanto riguarda le idee non mi serve inventare niente, mi limito a rispettare le leggi. Se poi rispettare la legge è sinonimo di “comunista” allora sono ben felice di esserlo.
            Immagino quindi che tu appartieni alla sponda opposta, quella degli evasori e di quelli “..è sempre colpa degli altri”

  • silvepaolo

    il problema non si pone:se i soldi delle multe venissero devoluti anche al 50% per la manutenzione delle strade,non solo manto stradale ma segnaletica verticale ed orizzontale si ridurrebbero il numero di incidenti….ma pensano solo a fare le rotonde nel nulla!!!tipico ormai della penisola italica non solo a tr

  • Franco

    Questo è soltanto il duplice effetto di un’amministrazione doppiamente criminale: primo perché ha creato una voragine di debiti a cui è corrisposto l’arrichimento di pochi e non di tutti; secondo perché applica a rigore la chemiotassazione del patto di stabilità e fa ripagare a tutti (non ai pochi di prima, capito piddino?) i debiti contratti più gli interessi. Da dove prende tutti sti soldi? Svenduti i trasporti, la manutenzione pubblica e i tagliati i servizi sociali, ecco le multe-da-cani sulle strade a scorrimento veloce, il cui traffico ormai tra l’altro rallentato a causa delle colate di cemento cresciute esponenzialmente in tutta la periferia (a vantaggio di chi?). La funzione delle multe stradali è disicentivare comportamenti pericolsi, non prendere a pretesto il superamento del limite di 50 kn/h e salare il cittadino a 52 km/h ogni 500 metri per fare esclusivamente cassa, caro piddino! Se questa è la sinistra….

    • Massimo Vvm

      immagino che ce l’avessi con me, quindi ti rispondo.
      – Intanto mi sembra abbastanza evidente il tuo stato confusionale in fatto di appartenenze politiche; parli di sinistra e mi dai del “piddino” sapendo, forse, che le due cose non stanno insieme neanche con l’attak.
      – Di certo c’è invece la tua area di appartenenza, destra o Mo-Vi-Mento a 5 Stelle che poi è esattamente la stessa cosa.
      – L’articolo parla di messa in servizio degli autovelox nell’area urbana della città, dove non esistono strade a scorrimento veloce essendo, per legge, uguale o inferiore ai 50 km/h o comunque se non espressamente indicato l’eventuale innalzamento dei limiti (che a Terni non esistono – per colpa del Sindaco e, ovviamente, del ….”e allora PD?” – )
      – E’ curiosa la teoria secondo la quale il traffico è ” rallentato a causa delle colate di cemento cresciute esponenzialmente in tutta la periferia”….. Immagino che tu viva in una bella palafitta in mezzo al bosco di Miranda dove ti cibi di castagne, perchè sia chiaro, la colpa è sempre degli altri, se la mia casa è di cemento e pure in periferia va bene.
      – La svendita dei trasporti, la manutenzione pubblica e i tagli ai servizi sociali non c’entrano una beata mazza con il voler far rispettare una legge, e ti dirò di più, io sono per una sorta di “democrazia repressiva”. Non ti impedisco di andare oltre i limiti e neanche di ubriacarti, non ti impedisco di drogarti e guidare strafatto, ma se ti fermo in uno di questi stati sono cazzi tuoi; via la patente, migliaia di euro di multa, e se causi un incidente con dei morti, ti becchi omicidio volontario. Punto.
      Questo è un sistema per far cassa? STi cazzi, per me è tutelare la pubblica incolumità.
      Però capisco che vi è difficile comprendere il significato di rispetto delle leggi, è molto più facile parlare di “Italietta”, poi però se via in Svizzera ti metti in coda a 50km/h per decine e decine di km, se vai in slovenia acquisti le vignette e non ti azzardi a parcheggiare fuori dagli spazi, se vai in Austria altrettanto e quando torni ti vanti con gli amici parlando dell’efficienza di quei Paesi.
      Siete populisti e qualunquisti…..