A fuoco il cuore verde d’Italia: incendi in tutta l’Umbria. Fiamme, fumo e cenere a Terni

4

Secondo la forestale sono bruciati centinaia di ettari di bosco nei tanti incendi divampati oggi in quasi tutta l’Umbria. Non è ancora stato possibile spegnerli tutti e i vigili del fuoco, coadiuvati da altre forze dell’ordine, sono ancora al lavoro. Quello più vasto è a Colle Attivo, nello spoletino. Ancora chiuso in entrambe le direzioni, dalle 16 di oggi, un tratto di circa sette chilometri della Flaminia sul valico della Somma. Qui le fiamme hanno già bruciato centinaia di ettari di bosco. Vigili del fuoco, forestale, personale della comunità montana, protezione civile e volontari sono al lavoro per circoscrivere il focolaio. La gravità della situazione è chiara anche a chi non si trova nelle strette vicinanze: il fumo è visibile anche da decine di chilometri. Evacuate precauzionalmente alcune case a Cecalocco.

Un centinaio di ettari di bosco sono stati distrutti dal fuoco ad Acquasparta. Roghi sono divampati anche a Montecchio, Valtopina, Villa Palma (dove le fiamme sono arrivate a lambire un’abitazione ed hanno circondato la famosa villa), Collestatte, La Romita, Collelicino e a Ponte San Lorenzo. In diverse zone della città di Terni e di Narni sono visibili alte colonne di fumo ed in alcuni casi la cenere è cominciata a cadere nei centri abitati. Forte odore di bruciato si avverte in diversi territori del ternano.

Aggiornamento: http://www.ternioggi.it/piromani-in-azione-e-terni-continua-a-bruciare-ancora-attivi-5-incendi-fiamme-nel-resto-dellumbria

Cecalocco evacuato e problemi respiratori in città: http://www.ternioggi.it/incendi-terni-tra-le-fiamme-evacuato-il-paese-cecalocco-in-citta-problemi-respiratori-per-odore-bruciato

 

CONDIVIDI