Liberati, incontro Ternana-Comune: Palazzo Spada orientato a pagare parte dei lavori e convenzione

0

Una decisione ufficiale ancora non è stata presa. Soltanto oggi, nella riunione di Giunta straordinaria convocata per l’occasione si scioglieranno i nodi riguardo i lavori d’adeguamento del Liberati al prossimo campionato di serie B e il rinnovo della convenzione.

Dall’incontro tenutosi ieri tra società e Palazzo Spada, pare che la decisione che si prenderà, sia quella che il Comune paghi sia i lavori d’adeguamento che la convenzione annua per la manutenzione ordinaria e straordinaria, come riferisce Vincenzo Carducci del Giornale dell’Umbria. Per quanto riguarda l’adeguamento, i lavori imposti dalla Lega per poter partecipare senza problemi alla prossima serie cadetta ammontano a circa un milione di euro, tra sistema d’illuminazione, servizi igienici, e altre migliore. Da parte sua l’amministrazione comunale ha già inserito in bilancio la somma di 300 mila euro per l’adeguamento, cifra lontana da quella necessaria. Ecco perchè Palazzo Spada chiederà un aiuto economico alla Ternana per poter affrontare i lavori.

Invece, in merito al rinnovo della convenzione, l’orientamento pare essere quello che il Comune paghi un canone di 250 mila euro alla società, la quale si occuperà durante il corso dell’anno sia della manutenzione ordinaria che di quella straordinaria. Soldi che però necessitano di essere trovati nella voce “spesa corrente” di bilancio. Una decisione non facile da prendere visto che la questione canone trova diversi pareri in Giunta.

Oltre a ciò, come già scritto ieri, la questione relativa al progetto del nuovo stadio (http://www.ternioggi.it/stadio-liberati-il-nuovo-progetto-con-le-modifiche-volute-da-longarini-le-foto), al momento, è passata in secondo piano visto che le priorità sono altre. Comunque sia, il discorso non è stato accantonato anzi, Ternana e Comune torneranno ad incontrarsi sulla questione durante l’anno. La volontà pare sia quella di sposare il progetto visto che è stato dato mandato al vice sindaco, Libero Paci, di approfondire a livello giuridico la concessione di diritto in superficie richiesta dalla società rossoverde.

CONDIVIDI