Processo per due dei tre rumeni che aggredirono poliziotti: pena sospesa, rimessi in libertà

1

Questa mattina è stata emessa la sentenza nei confronti di due dei tre cittadini rumeni arrestati nella notte tra il 10 e l’11 maggio scorsi (http://www.ternioggi.it/rubano-cellulare-e-aggrediscono-agenti-4-rumeni-arrestati-nellinseguimento-incidente-della-volante). Insieme con un altro complice, rimasto ignoto, avevano rubato un cellulare. Uno dei ladri era stato immediatamente fermato dagli agenti e gli altri tre avevano tentato di aggredire i poliziotti con un palo di metallo con l’intenzione di liberare il membro della banda arrestato. Nelle fasi della successiva ricerca del complice riuscito a fuggire, la volante della Polizia era stata investita da un’altra autovettura.

Dei tre a giudizio, i primi ad essere stati processati sono quelli che avevano brandito il palo di metallo contro gli agenti: sono stati giudicati colpevoli di furto e resistenza a pubblico ufficiale e condannati l’uno alla pena di sei mesi di reclusione e 300 euro di multa, mentre il secondo alla pena della reclusione per un anno e due mesi. Per entrambi il giudice ha disposto la sospensione della pena e la non menzione della condanna. Al termine dell’udienza i due sono stati rimessi in libertà. Il terzo arrestato sarà giudicato con rito separato e l’udienza è prevista per il 28 maggio prossimo.

CONDIVIDI
  • Alessandro

    Chissà come si saranno spaventati dopo questa sentenza, sicuramente non lo faranno più, e se fossero stati gli agenti a prendere a bastonate i rumeni.!!!!! Carissimi Agenti io sono dalla vostra parte e vi ringrazio comunque per il vostro impegno.